Publistampa Edizioni

Il piacere di dare corpo e forma al libro e il privilegio di sceglierlo

CESARE BATTISTI: IL TIROLO TRADITO

20,00

Un percorso nella storia di questa nostra terra

di Giuseppe Matuella
pagine 208
prima edizione ottobre 2015

ISBN 978-88-96014-74-5

COD: PE-086 Categoria: Tag: , , GTIN: 978-88-96014-74-5

Descrizione

Il Trentino, per secoli terra di confine, osserva da sempre nei confronti del primo conflitto mondiale una duplice memoria, che rende problematica la costruzione di una “memoria condivisa” e che impone, per fatti e personaggi, un differente ricordo.

Ciò emerge particolarmente per il personaggio che a livello locale è elevato a simbolo di quel tragico evento e che ancora oggi divide l’opinione della società: Cesare Battisti, eroe per alcuni, traditore per altri.

Giuseppe Matuella, nelle pagine di “Cesare Battisti: il Tirolo tradito”, si sofferma inizialmente sul “genocidio culturale” perpetrato tra le guerre mondiali, ma anche dopo, a danno di tutto ciò che vi era di tirolese nel Trentino, per poi affrontare particolarmente la figura di Cesare Battisti.

È infatti un Cesare Battisti differente dalle consuete pubblicazioni, quello che emerge dalle pagine del volume di Matuella. Un personaggio con le sue contraddizioni, un Cesare Battisti socialista sì, ma solo di facciata, da sempre nell’ombra dell’irredentismo e spia per i Servizi di informazione italiani sin dal 1902, quindi ben una decina di anni prima della collocazione che la usuale “storiografia battistiana” ne dà per tale attività.

Alla luce dei fatti illustrati, vengono meno certe considerazioni espresse in passato da chi ha affrontato la figura di Battisti.

Nazionalismo, autonomismo e antimilitarismo non sempre sinceri, talvolta “di facciata” a tutti gli effetti, ambiguità sul confine salornista/brennerista, fanatismo interventista, sono alcune delle sfaccettature riguardanti il personaggio che emergono dalla lettura di questo percorso storico proposto dall’autore, e che da sempre inevitabilmente portano i tirolesi, anche di madrelingua italiana, a non nutrire per Cesare Battisti la considerazione che altri hanno.

 

L’AUTORE

Giuseppe Matuella si vuol definire “un cittadino qualunque come tanti”, orgoglioso di portare un cognome presente nella Piana Rotaliana da circa cinque secoli. Profondamente legato alla terra tirolese, si interessa da anni e con passione di storia locale.

È membro del Circolo culturale Michael Gaismayr, del quale è stato Presidente per un biennio (2012-13), rimanendo poi nel Direttivo dello stesso. Ha intrapreso la scrittura di “Cesare Battisti: il Tirolo tradito” sollecitato da un amico “Alpino”, interessato come lui alla difesa della cultura tirolese in Trentino.

Da qualche anno interviene periodicamente sulla stampa locale, principalmente per controbattere interventi e fatti che, a suo giudizio, negano o presentano in maniera distorta la realtà della storia locale.

0

Carrello