Publistampa Edizioni

Il piacere di dare corpo e forma al libro e il privilegio di sceglierlo

LE API

25,00

Nostre insostituibili compagne di viaggio

di Francesco Cadeddu
(pagine 364)
prima edizione gennaio 2019

ISBN 978-88-857261-3-0

COD: PE-0125 Categorie: , Tag: , , , , GTIN: 978-88-857261-3-0

Descrizione

Il libro vuole far conoscere le stupefacenti capacità dell’ape mellifera ma anche la stringente necessità di una sua tutela; da millenni l’ape garantisce la biodiversità delle piante, sarebbe veramente grave interrompere questa sua funzione.

Da una decina d’anni infatti arrivano da tutto il mondo notizie sempre più allarmanti legate alla mortalità delle api e alle possibili conseguenze negative sulla biodiversità; di fronte a simili notizie l’opinione pubblica dovrebbe reagire con la necessaria forza e sostenere con convinzione le politiche finalizzate al miglioramento della qualità dell’ambiente e alla minimizzazione dell’impatto ambientale attraverso una razionalizzazione dei pesticidi impiegati in agricoltura. L’approccio con l’allevamento apistico è bene che subisca un profondo cambiamento; sarebbe necessario privilegiare l’aspetto biologico rispetto a quello prettamente produttivo, magari attraverso incentivi economici di compensazione che sarebbero certamente giustificati, data la funzione impollinante delle api. La produzione del miele dovrebbe essere contenuta entro le normali potenzialità di un alveare senza trasformare l’ape in una macchina ad altissimo regime produttivo perché certe situazioni forzate conducono gli alveari a un loro inesorabile crollo.

In tal senso il lavoro di Francesco Cadeddu è di grande interesse. Esso fa capire a noi profani e, in generale, all’opinione pubblica che il rispetto delle api coincide col rispetto dell’ambiente e tutti noi ne dobbiamo essere consapevoli; una consapevolezza che deve coinvolgere le Istituzioni, a cui spetta il compito di farsi carico al più presto di interventi atti a proteggere questo utilissimo animale, operando per la riduzione dei pesticidi e promuovendo studi per la produzione di anticrittogamici meno dannosi.

0

Carrello